L’Europa si sveglia con il sorriso

9 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Avvio in rialzo per le principali borse del Vecchio Continente che sembrano aver ritrovato il sorriso dopo la giornata di ieri che le ha viste chiudere tutte in territorio negativo. A ridare fiducia alle borse europee l’intervento di Trichet, ieri, nel giorno della decisione da parte della Banca Europea di lasciare i tassi invariati all’1%. Il governatore della BCE ha anche rassicurato sulla situazione della Grecia affermando che il piano di aiuti può dare i suoi frutti e sottolinendo come il default di Atene ” non è una possibilità concreta” e anche se c’è la necessità di una nuova struttura di regole di controllo. A beneficiare delle parole di Trichet anche l’euro che nei confronti della divisa statunitense.Il cambio tra la moneta unica ed il dollaro si attesta a 1,3390 dopo la chiusura a di ieri a 1,3356. Dal fronte macroeconomico è già stata diffuso il dato sulla bilancia commerciale tedesca del mese di febbraio, che ha evidenziato un aumento a 12,6 mld di euro contro il saldo positivo di 8 mld di gennaio. Le attese degli analisti erano per un surplus di 11,2 mld. Rimane, invece, stabile sempre nel mese di febbraio la produzione industriale francese rispetto al forte incremento dell’1,1% registrato a gennaio. Lo comunica l’Ufficio di statistica nazionale (INSEE). Le attese degli analisti erano per un dato pressochè invariato. Più tardi nel Regno Unito saranno diffusi i prezzi alla produzione di marzo, mentre negli Stati Uniti, questo pomeriggio si conosceranno le vendite all’ingrosso di febbraio. Bruxelles avvia la seduta con un rialzo dello 0,77% a 2689,17 punti, Parigi con un vantaggio dell’1,03% a 4019,37 punti ed Amsterdam con un progresso dell’ 1,03% a 354,52 punti. Bene anche Francoforte +0,95% a 6230,76 punti, Londra +0,85% a 5761,52 punti e Madrid +0,68% a quota 11151,5.