L’Europa scivola su indebolimento futures Usa

13 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Dopo aver trascorso buona parte della mattinata poco sopra i livelli della vigilia, i mercati del vecchio continente chinano la testa all’indebolimento dei futures sugli indici a stelle e strisce. Le buone statistiche provenienti dai Pil di eurolandia, soprattutto quello della Germania, sembrano non aver avuto grande impatto sulle piazze finanziarie e sull’euro. cresce l’attesa per la diffusione di alcuni dai americani, come i prezzi al consumo e le vendite al dettaglio. Bruxelles mostra uno svantaggio dell’1,02% a 2480,45 punti, Zurigo un calo dello 0,49% a 6248,57 punti, Parigi un ribasso dello 0,71% a 3595,44 punti ed Amsterdam un decremento dello 0,64% a 322,03 punti. Segno meno anche per Francoforte -0,71% a 6091,39 punti e Londra -0,4%. A livello settoriale soffrono soprattutto le banche e le costruzioni.