L’Europa sbanda nel finale

22 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Chiudono in territorio negativo le principali borse del vecchio continente, trainate sotto la parità nel pomeriggio dall’andamento debole di Wall Street, vittima di alcune prese di beneficio. Dal fronte valutario l’euro è scivolato sotto gli 1,36 dollari mentre il Wti ha frenato la corsa tornando sotto gli 80 dollari al barile. In flessione anche l’oro a 1.111 dollari l’oncia. Bruxelles ha chiuso le contrattazioni con un ribasso dello 0,2% a 2522,64 punti, Zurigo con un decremento dello 0,35% a 6686,17 punti, Parigi con uno svantaggio dello 0,32% a 3757,37 punti ed Amsterdam con un calo dello 0,16% a 325,07 punti. Segno meno anche per Francoforte -0,60% a 5687,94 punti, Londra -0,17% a 5349,19 punti e Madrid -1,11% a quota 10557,8. A livello settoriale si sono comportate bene le banche e gli assicurativi mentre hanno perso più terreno di tutti le auto, i farmaceutici ed i retail.