L’Europa prende via rialzo con auto

19 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Le principali borse europee, chiudono l’ultima seduta della settimana in rialzo, dopo aver girato in territorio positivo nel pomeriggio traendo benenficio dalla buona performance dei titoli automobilistici, che rimbalzano dopo il calo di ieri sulla scia dei risultati di Daimler. I listini azionari del Vecchio Continente sono partiti stamane in calo, all’indomani della decisione della Fed di alzare il tasso di sconto sui prestiti di emergenza a 0,75% da 0,50%. Tale decisione, è stata intepretata infatti dagli investitori come l’avvio di una exit strategy dalle politiche monetarie espansive intraprese per fronteggiare la crisi, nonostante l’istituto centrale abbia rassicurato che il costo del denaro rimarrà basso. La notizia ha comunque dato il via alle vendite sui mercati europei, smorzate poi da un dato sull’inflazione Usa che ha tuttavia segnalato una pressione inflazionistica ancora limitata, con l’aggiornamento di gennaio. Il dato Cpi Usa ha ridato forza anche all’euro nei confronti del biglietto verde, dopo la brusca discesa della vigilia. Il ritracciamento della divisa statunitense, ha fatto risalire così i prezzi del petrolio oltre i 79 dollari al barile e dell’oro a 1.118 dollari l’oncia, dopo la debacle di entrambi ieri sera. Tra le piazze finanziarie, Zurigo segna un incremento dell’1,19% a 6.716,51 punti, Madrid guadagna lo 0,93% a 10.672,5 punti e Francoforte avanza dello 0,81% a 5.726,63 punti. Tonica Londra con un progresso dello 0,77% a 5.365,86 punti, seguita da Parigi +0,65% a 3.772,28 punti ed Amsterdam +0,40% a 325,6 punti. Bruxelles +0,37% a 2.527,73 punti.