L’Europa chiude una giornata euforica

1 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Giornata euforica per le borse europee, che hanno portato a conclusione il rimbalzo accennato in avvio, confortate dalla solida performance messa a segno da Wall Street. Si è trattato ovviamente di un rimbalzo, a seguito delle consistenti perdite archiviate negli ultimi giorni, ma un clima positivo ha permeato gli scambi grazie ad una serie di positivi dati congiunturali. Dall’Asia all’America sono giunte buone indicazioni, come quella sulla crescita della produzione industriale della Cina e dell’India ed i confrontanti dati sull’ISM manifatturiero americano. Buone anche le indicazioni giunte dal mercato del lavoro americano, dove l’occupazione è salita di 93 mila unità nel settore privato. La UE ha anche annunciato una estensione degli aiuti predisposti durante la crisi al 2011, anche se con criteri più rigidi di quelli fissati sino ad oggi. L’obiettivo è quello di garantire un’uscita soft dalle misure di emergenza, in modo da limitare eventuali ripercussioni sul sistema. Intanto, l’euro ha recuperato terreno contro il dollaro, risalendo a 1,312 USD, mentre il petrolio è volato oltre gli 86 dollari al barile, a dispetto dei contrastanti dati sulle scorte. Fra le borse europee la migliore risulta Madrid, con un forte incremento del 4,44% a 9678,4 punti. Brillante anche la performance di Francoforte, che sale del 2,66% a 6866,63 punti e Amsterdam del 2,56% a 335,8 punti. In scia Bruxelles con un vantaggio del 2,38% a 2565,84 punti e Londra del 2,07% a 5642,5 punti. Restano indietro Parigi con un rialzo dell’1,63% a 3669,29 punti e Zurigo dell’1,54% a 6409,7 punti.