L’EURO SPROFONDA SOTTO 1,17, AI MINIMI DI DUE ANNI

11 Novembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Il dollaro si rafforza ancora e tocca il massimo degli ultimi due anni contro l’euro (clicca per quotazione in tempo reale), dopo che gli investitori hanno metabolizzato il disavanzo commerciale record Usa di settembre dando impulso al biglietto verde. Gioca poi il differenziale dei tassi a breve, doppi negli Usa rispetto ai tassi in Europa.

Lo yen si allontana, invece, dal minimo dei due anni contro la valuta statunitense, dopo un rapporto che ha mostrato che l’economia nipponica è cresciuta un po’ di più delle attese nel terzo trimestre, mettendo a segno un 1,7% annualizzato, contro previsioni pari all’1,2 per cento. Attorno alle 8,27 l’euro vale 1,1704/07 dollari , dopo aver toccato un minimo di 1,1671 e dopo una chiusura a New York di 1,1684, e 137,71/73 yen da 138,21 ieri in America. Il cross dollaro/yen si attesta invece a 117,72/74 dal massimo di 118,23 e da una chiusura Usa a 118,21.