L’euro si sveglia debole nei confronti del dollaro

10 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si sveglia debole la moneta unica euro nei confronti del biglietto verde. Il cambio tra la divisa di Eurolandia ed il dollaro si attesta a 1,3566 dopo la chiusura a di ieri a 1,3595. Penalizzata anche la sterlina dopo i numeri della bilancia commerciale del mese di gennaio diffusi ieri in Gran Bretagna. Il deficit pubblico salito a 8 mld di sterline, rispetto ai 7,5 mld dello stesso mese dell’anno precedente ed ai 7 del mese di dicembre. Ad appesantire ulteriormente la divisa britannica i commenti arrivati dall’agenzia di rating Fitch sul debito sovrano della Gran Bretagna. Per l’agenzia di rating, il debito sovrano del Regno Unito resta ancora coerente con una valutazione da tripla A, ma presenta un profilo “deteriorato”. Il cambio EUR/GBP scambia a 0,9094 con l’euro in rialzo dello 0,24%. Il cable tra la sterlina ed il dollaro scambia a 1,4920 con la divisa britannica in calo dello 0,52%. Dal fronte macroeconomico in agenda oggi, sono già usciti i prezzi al consumo in Germania del mese di febbraio che hanno evidenziato una salita dello 0,4%,oltre le attese del mercato che attendeva un +0,2%. Negli stati Uniti, questo pomeriggio saranno resi note le scorte settimanali di greggio e le scorte e vendite ingrosso.