L’euro resta sostenuto

6 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si conferma tonica la moneta di eurolandia nei confronti del biglietto verde dopo le parole del presidente della Fed Bernanke che lasciano intravedere nuove misure di quantitative easing a sostegno del settore fnanziario. Da segnalare poi la lettura migliore del previsto dell’ISM non manifatturiero che riporta fiducia sulla portata della ripresa economica e la decisione a sorpresa della Bank of Japan di azzerare i tassi. Il cross eur/usd è tornato ieri a trattare sopra la soglia degli 1,38 per attestarsi stamane a 1,384, sui massimi degli ultimi otto mesi. C’è attesa per le statistiche americane sul mercato del lavoro in agenda venerdì mentre oggi qualche segnale giungerà dagli occupati ADP e domani dalle richieste di sussidio alla disoccupazione. Da segnalare poi le riunioni di politica monetaria del Boe e della Bce in calendario domani. Tra le statistiche rilevanti della giornata odierna c’è anche la revisione del Pil del 2° trimestre della zona euro.