L’arricchimento a basso costo della farina consente di risparmiare milioni di dollari in spese

8 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Quest’anno ricorre il 15mo anniversario della pratica di arricchimento della farina con acido folico per la prevenzione di malformazioni congenite a carico del cervello e della colonna vertebrale, di cui la più comune è costituita dalla spina bifida. L’aggiunta di acido folico nella farina previene 22.000 delle suddette malformazioni congenite all’anno e consente di risparmiare milioni di dollari in spese sanitarie. La cura dei bambini affetti da spina bifida è dispendiosa. Secondo quanto stimato l’ospedale Wellington in Nuova Zelanda, un neonato con spina bifida viene sottoposto a interventi chirurgici il cui costo ammonta a 552.000 dollari prima del secondo anno di vita. Tali malformazioni congenite però potrebbero essere prevenute nella misura del 50-70 per cento se le donne assumessero almeno 400 microgrammi di acido folico al giorno prima del concepimento. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Per FFISarah Zimmerman, +1 [email protected]