Kenta Biotech presenta i dati della fase IIa con il panobacumab come principale farmaco potenzi

14 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Kenta Biotech ha presentato risultati positivi della fase IIa del suo principale farmaco potenziale, il panobacumab (KBPA101), che dimostrano che esso è sicuro e ben tollerato da pazienti affetti da polmonite nosocomiale causata da Pseudomonas aeruginosa. Il composto, un anticorpo monoclonale IgM completamente umano, può potenzialmente ridurre i tassi di mortalità. I dati relativi alla fase IIa sono stati presentati ieri in una poster session alla 49a Conferenza annuale interscienze sugli agenti antimicrobici e la chemioterapia ICAAC a San Francisco. Lo studio open-label della fase IIa ha valutato la sicurezza, la farmacocinetica e la potenziale efficacia di tre infusioni separate di panobacumab ogni tre giorni in pazienti ad alto rischio affetti da polmonite nosocomiale da ventilatore causata da Pseudomonas aeruginosa serotipo O11. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

In Svizzera:Kenta BiotechVioletta Georgescu-Kyburz, CEO+41 31 980 62 53info@kentabiotech.comoppureNel Regno Unito:Tudor ReillyNicole Yost+44 (0)7545 424 154nicole.yost@tudor-reilly.com