Jefferies prevede un recupero dell’attività M&A nell’industria di gestione patrimoniale globale

24 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

Mentre l’attività globale delle transazioni per i gestori di patrimoni ha subito un crollo nel primo semestre 2010, una crescita di arretrati nell’attività di negoziazione si svilupperà nei prossimi 12-18 mesi, guidata da venditori indipendenti alla ricerca di liquidità dopo essere rimasti “in panchina” dall’inizio della crisi finanziaria, secondo le previsioni del gruppo di istituzioni finanziarie Jefferies. “Guardando avanti al secondo semestre 2010 e all’anno prossimo, prevediamo che i venditori potenziali, soprattutto indipendenti, saranno sempre più disposti a impegnarsi in discussioni serie di transazione con gli acquirenti”, afferma Aaron Dorr, amministratore delegato di New York, parte del gruppo di istituzioni finanziarie Jefferies. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

JefferiesTom Tarrant, +1 203 708 [email protected] Maghoo, +44 20 7029 [email protected] CommunicationsJosh Passman, +1 212 279 3115, [email protected]