Italiani rinunciano a cultura, 57% non ha letto nemmeno un libro in un anno

20 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – In caduta i consumi di cultura in Italia: aumentano del 3,7% gli italiani che rinunciano alla cultura fuori casa e diminuiscono del 3% i lettori di libri. Il 57% della popolazione non ha letto nemmeno un libro in tutto l’anno.

È quanto emerge dal rapporto annuale di Federculture presentato oggi a Montecitorio. Anche gli investimenti pubblici per il settore, gia’ in calo da anni, continuano a diminuire: nel triennio 2014-2016 si prevede una riduzione del budget del Mibact a 1,4 miliardi di euro. Ben 39 italiani su cento, si legge nel rapporto, il 3,7% in piu’ rispetto al 2012, non hanno partecipato a nessuna attivita’ culturale nel corso dell’anno; gli italiani che non leggono neanche un libro all’anno sono il 57% del totale.

Dati, sottolinea l’associazione nazionale degli enti pubblici e privati che operano nel campo delle attività culturali, che ci pongono in coda nelle classifiche europee: il nostro indice di partecipazione culturale e’ secondo Eurobarometro pari all’8% mentre la media europea e’ del 18% (in cima c’e’ la Svezia).

Anche gli investimenti privati sono in contrazione: dal 2008 da sponsorizzazioni private e fondazioni bancarie sono arrivate rispettivamente il 38% e il 40,5% di risorse in meno. L’anno scorso dalle aziende private sono arrivati alla cultura solo 159 milioni di euro. Oggi il budget è di un miliardo e mezzo, lo 0,20% del bilancio dello Stato, e per il triennio 2014-2016 si prevede un’ulteriore sforbiciata fino a raggiungere quota 1,4 miliardi (al Mibact, peraltro, è stata trasferita la competenza sul turismo). (Rai News)