Italiani in fuga, balza +50% numero di emigrati in Germania

22 Maggio 2014, di Redazione Wall Street Italia

BERLINO (WSI) – Cresce il numero di italiani e spagnoli che a causa della crisi scelgono di emigrare in Germania: i connazionali che nel 2013 si sono trasferiti nel paese di Angela Merkel è raddoppiato (32.000 persone, +52%) e sono fortemente aumentati anche i cugini della Spagna (22.000, più 19%).

La maggior parte dei nuovi immigrati (300.000) in Germania provengono dai paesi dell’Unione europea, soprattutto dall’Est europa: il principale gruppo è quello dei polacchi (72.000), seguito da romeni (50.000).

La Germania ha registrato nel 2013 il più alto saldo migratorio degli ultimi 20 anni, con un numero di persone che si sono insediate nel paese che supera di 437mila quello di chi se ne è andato: lo rileva l’istituto di statistica Destatis.

E’ il saldo più alto dal 1993, quando la differenza tra le entrate e le uscite dal territoro tedesco aveva raggiunto 462mila persone, ha sottolineato l’istituto, confermando nel dettaglio le prime cifre annunciate a gennaio.

La Germania compensa con il saldo migratorio positivo un tasso di natalità da tempo in calo. L’aumento dell’immigrazione ha permesso nel 2013 alla popolazione tedesca di superare nuovamente la soglia degli 80 milioni di abitanti, secondo le cifre comunicate a gennaio da Destatis.
(TMNews)