Italia verso industrial compact con Germania

22 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – “Chiediamo un industrial compact con misure concrete”. È la richiesta forte contenuta nella dichiarazione finale messa a punto dalle associazioni industriali di Italia e Germania, Confindustria e Bdi, al termine dei lavori della terza edizione dell’incontro bilaterale tra le due realtà conclusasi oggi a Bolzano.

Il rafforzamento delle catene del valore industriale, si legge nel documento, è “una questione chiave per migliorare la competitività europea. Chiediamo una politica industriale di lungo termine e coerente che tenga conto della crescente interdipendenza tra le nostre aziende, indipendentemente dai confini nazionali e settoriali”.

L’industria europea e la sua competitività – sottolineano Confindustria e Bdi – devono essere poste al centro del processo decisionale europeo ed è necessario un approccio globale e integrato”. A questo proposito, secondo le due associazioni, tutte le politiche europee con un impatto diretto o indiretto sulla competitività “devono essere appropriatamente e strettamente coordinate e sincronizzate con l’esigenza di riguadagnare competitività”.

Nel documento si fa riferimento in particolare alla necessità di “una politica energetica e climatica intelligente, più coerente ed economicamente efficiente”, per colmare urgentemente il divario competitivo sui prezzi energetici rispetto ai suoi concorrenti. Questo, attraverso un approvvigionamento “sicuro, competitivo e sostenibile”. Il completamento del mercato interno dell’energia è quindi “un passo essenziale verso questo fine”.

Le associazioni industriali di Italia e Germania chiedono poi di “sostenere la ricerca e l’innovazione attraverso il pieno coinvolgimento delle imprese”, quale chiave per la competitività, nonché di “assicurare la piena attuazione del Quadro Finanziario Pluriennale per il periodo 2014-2020″.

(TMNews)