Italia: pressioni su aziende, chiesto stop operazioni greggio in Iran

25 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Il regime di sanzioni verso l’Iran deve essere rafforzato di concerto con i partner europei, ma nel frattempo il governo sta facendo una “moral suasion” sulle aziende italiane per diversificare le sue fonti di approvvigionamenti di greggio.

Lo ha detto a Reuters il portavoce della Farnesina, Maurizio Massari.

“Siamo fermamente convinti che debba essere rafforzata la pressione sanzionatoria su Iran, siamo pronti a discutere con i nostri partner su misure sanzionatorie. Stiamo facendo moral suasion sulle nostre aziende per diversificare le fonti di importazione di petrolio”, ha detto Maurizio Massari, quando gli e’ stato chiesto un commento sulla proposta francese di embargo petrolifero Ue all’Iran.