Italia, PMI servizi peggiora a giugno

5 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Giugno all’insegna di un ulteriore rallentamento del ritmo della crescita delle attività all’interno del settore terziario in Italia. E’ quanto emerge dai dati sul PMI dei servizi, che è sceso a 51,5 punti a giugno dai 53,7 punti del mese precedente. La crescita più lenta dei nuovi ordini causa un più debole aumento delle attività, segnala Markit Economics. I tagli all’occupazione continuano per il ventunesimo mese consecutivo, e la diminuzione delle tariffe applicate continua a collidere con l’aumento dei costi. Rispecchiando la debolezza della crescita, a giugno anche la fiducia diminuisce. Le aziende rimangono comunque ottimiste riguardo un maggiore volume di attività nel prossimo anno.