ITALIA, PIL CROLLA -6.0% MAI COSI’ MALE DAL 1980

10 Giugno 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il Pil italiano nel primo trimestre e’ calato del 6% rispetto allo stesso trimestre del 2008 e del 2,6% rispetto al trimestre precedente. Lo comunica l’Istat precisando che il calo trimestrale e’ il peggiore dal 1980. L’Istat ha corretto anche la stima preliminare diffusa a maggio secondo la quale il calo tendenziale era del 5,9% e quello congiunturale del 2,4%.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Corretto anche il dato ‘acquisito’ del Pil per il 2009: sara’ del 4,7% rispetto al 4,6% diffuso nelle stime preliminari. L’indicatore del Pil acquisito valuta la variazione della crescita che si raggiungerebbe a fine anno se nei prossimi trimestri (ne mancano ancora tre) la variazione rispetto ai tre mesi precedenti sara’ nulla: in pratica se non ci sara’ ne’ una ripresa dell’economia ne’ un ulteriore rallentamento a fine anno il Pil italiano registrerebbe un calo del 4,7% rispetto al 2008.