Italia, mutui: l’11% delle richieste arriva dagli stranieri

3 Maggio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Ben l’11,04% delle richieste di mutui ipotecari per l’acquisto della casa arriva dagli stranieri. E’ quanto emerge dall’indagine di Mutui.it, broker on line del settore. In testa gli immigrati rumeni che rappresentano il 32,48% del totale delle richieste degli stranieri, poi albanesi 5,73%, seguono moldavi e marocchini con il 3,63%.

Gli stranieri comprano casa soprattutto in Lombardia (25,80%), poi nel Lazio (13,38%), Emilia Romagna (12,61%) e Veneto (11,15%). Dal rapporto emerge che chi vuole comprare la sua prima casa in Italia, ”richiede, in media, 132.000 euro (pari all’80% del valore dell’immobile da acquistare), nel 54% dei casi preferisce il tasso variabile, intende impegnarsi con la banca finanziatrice per 25 anni e, al momento della richiesta del mutuo ha 35 anni”.

Se confrontati con i valori medi italiani delle richieste di finanziamento per l’acquisto della prima casa, questi dati evidenziano l’interesse dei cittadini stranieri per immobili di valore inferiore rispetto alla media (165.000 contro 200.000 euro) e il bisogno di un finanziamento maggiore (mediamente si vuole finanziare solo il 75% del costo totale dell’immobile).

A quanto pare, pur di comprare casa gli immigrati accettano immobili piu’ periferici, o in condizioni peggiori, e di impegnarsi in mutui piu’ importanti. ”L’acquisto della prima casa rappresenta un fattore fondamentale di radicamento nel territorio e il confronto tra le offerte che diversi istituti di credito propongono aiuta anche gli stranieri ad affrontare al meglio questo complesso progetto di vita”, afferma Alberto Genovese di Mutui.it.