Italia meglio di altri? E’ questione di punti di vista

24 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Non si placa lo scontro dialettico fra il Governo e Confindustria sulla posizione dell’Italia rispetto agli altri Paesi europei. Il Presidente di Viale dell’Astronomia oggi ha smentito il Premier Silvio Berlusconi, sottolineando “Noi non stiamo meglio degli altri”. La Marcegaglia ha anche ricordato che le previsioni di Confindustria indicano una crescita del Bel Paese dell’1,2% quest’anno e dell’1,3% il prossimo, ma la crescita dell’Italia resta inferiore alla media europea. La Germania crescerà ad un tasso più forte del 3,4%. Poche ore dopo è arrivata puntuale la risposta del Ministro della funzione pubblica, Renato Brunetta, il quale ha sottolineato che “l’Italia sta attraversando la crisi meglio degli altri Paesi”. Brunetta ha anche replicato che “chiedere di crescere come la Germania è chiedere troppo”. Il Ministro ha poi ammesso di essere un inguaribile ottimista, pronosticando che la crescita quest’anno potrebbe arrivare anche all’1,3%. Ma la Marcegaglia ama avere l’ultima parola… “Non chiediamo di crescere del 3,4% come la Germania, ma del 2% come la media europea” risponde da Viareggio.