ITALIA: IN CALO LA RACCOLTA PUBBLICITARIA

5 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il comparto editoriale rimane in profondo rosso e a cambiare la situazione certo non aiutano i dati negativi sulla raccolta pubblicitaria. In Italia nei primi sei mesi, infatti, il mercato ha perso il 4,2% portandosi a €4,125 miliardi, secondo quanto stimato da Nielsen Media Research.

Vi sono però decise differenze nel trend settoriale. Se il mercato televisivo ha infatti perso l’1,1% portandosi a €2.335 milioni, il comparto della carta stampata ha ceduto un piu’ consistente 7,5% portandosi a €1.504 milioni.

In calo anche la pubblicità radiofonica (-7,1% a €157,6 milioni), così come il mercato delle affissioni (-17,7% a €92,17 milioni).

Unico segnale positivo è stato quello delle sale cinematografiche. La raccolta è infatti cresciuta dell’1,1% arrivando a €35,4 milioni.

A Piazza Affari Mediaset, Seat Pagine Gialle. L’Espresso e Class viaggiano tutti con pesanti ribassi.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana