ITALIA E USA, PATTO ANTISISMICO

20 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

– (9Colonne) – Pavia, 20 apr – Alla Fondazione Eucentre di Pavia oggi si tiene il primo “US-Italy Seismic Bridge Workshop”, dedicato alle più recenti innovazioni nella progettazione di ponti in aree ad alta sismicità (ne è un esempio lo splendido ponte Rion-Antirion che attraversa lo stretto di Corinto in Grecia). Due team dei maggiori esperti italiani e americani nel settore dell’ingegneria sismica (14 provenienti dagli Stati Uniti e 13 dall’Italia) – in rappresentanza di due Paesi tra i più esposti al rischio sismico, oltre che tecnicamente e scientificamente all’avanguardia nel settore – si confronteranno sui più recenti sviluppi nel campo della progettazione e della valutazione della risposta sismica dei ponti. La delegazione americana vede tra i propri componenti studiosi provenienti da alcuni dei più importanti istituti accademici e di ricerca degli Stati Uniti, quali l’University of California-Berkeley, il Georgia Institute of Technology, l’University of California-San Diego, l’University of Illinois, Urbana-Champaign e rappresentatni del FHWA (Federal Highway Administration). A sua volta la delegazione italiana è formata da professori e ricercatori di grande autorevolezza. Accanto al presidente di Eucentre, Gianmichele Calvi, intervengono anche, per la sessione finale di oggi, Giuseppe Zamberletti, già commissario straordinario del Governo in occasione dei terremoti del Friuli del 1976 e della Campania del 1980, più volte ministro della Protezione Civile e dal 2002 presidente della Stretto di Messina S.p.A e Guido Bertolaso, dal 2001 a capo della Protezione Civile. Eucentre è una fondazione senza scopo di lucro che vede nel proprio consiglio di amministrazione rappresentanti del Dipartimento della Protezione Civile, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dell’Università degli Studi di Pavia e dell’Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia.