Italia, crescita rallenterà nel 2011

10 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’economia italiana crescerà ad un ritmo dell’1% nel 2010 e di appena uno 0,9% nel 2011. Lo confermano le previsioni formulate dall’Istituto REF in collaborazione con Confesercenti ed anticipate da quest’ultima alla stampa. La previsione, che non mostra mutamenti rispetto al rapporto di luglio, resta al di sotto delle stime elaborate dal Governo che prevedono una crescita del PIL dell’1% quest’anno e dell’1,5% il prossimo. Riguardo le altre variabili economiche, la disoccupazione dovrebbe salire all’8,8% nel 2011. Ma le notizie peggiori riguardano i conti pubblici. Il REF stima infatti un rapporto deficit PIL al 4,5% nel 2012, quando si sentiranno gli effetti della Manovra correttiva del bilancio e non al 2,7% come stimato dal Governo. Il motivo? L’impatto della Manovra sul reddito disponibile delle famiglie ed i suoi effetti sulla crescita.