ITALIA: CRESCITA INESISTENTE, NEL 2005 +0,1%

15 Novembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Il Pil italiano destagionalizzato e corretto per giorni lavorativi, è salito nel terzo trimestre 2005 dello 0,3% rispetto al secondo trimestre dell’anno. Lo rende noto l’Istat precisando che in base alle stime preliminari il Pil è risultato stazionario rispetto al terzo trimestre 2004.

Il Pil acquisito per il 2005 – stimano i tecnici dell’Istat – dovrebbe quindi collocarsi a +0,1%. Per ciò che riguarda le stime di questo terzo trimestre, i tecnici dell’istituto nazionale di statistica valutano che il risultato congiunturale è la sintesi di un aumento del valore aggiunto dell’industria, di una diminuzione dell’agricoltura e di una sostanziale stazionarietà dei servizi. “Il terzo trimestre del 2005 – sottolinea l’Istat – ha avuto due giornate lavorative in più rispetto al trimestre precedente ed una giornata lavorativa in meno rispetto al terzo trimestre del 2004”.

In termini di confronto con i dati degli altri paesi maggiormente industrializzati, l’Istat segnala che nel terzo trimestre il Pil è cresciuto rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente dello 0,9% negli Stati Uniti, dello 0,7% in Francia e dello 0,4% nel Regno Unito. Su base tendenziale, infine, il Pil è cresciuto del 3,6% negli Stati Uniti e dell’1,6% nel Regno Unito.