ITALIA-CINA, SISSA MOTORE DELL’ALTA FORMAZIONE

28 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Pechino, 28 mar – E’ stata firmata la convenzione tra la Sissa, Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, e la Fudan University di Shanghai, pronte così a cooperare nel campo dell’alta formazione scientifica. Il direttore della Sissa, Stefano Fantoni, è in Cina e sta lavorando per un accordo a tutto campo con alcune Università cinesi dislocate a Hefei, Pechino e Shanghai. “Stiamo predisponendo – spiega Fantoni – l’attivazione dei primi corsi di PhD e post-doc congiunti in diversi settori disciplinari: dalla fisica degli stati condensati alla matematica, dall’astrofisica alle scienze cognitive. Il tutto sulla base del protocollo d’intesa firmato dal ministro italiano dell’Università e della Ricerca e dal ministro cinese dell’Istruzione”. La Sissa e la Fudan University hanno già all’attivo una proficua collaborazione in progetti scientifici di comune interesse: alcuni giovani ricercatori che hanno conseguito il titolo di PhD a Trieste lavorano oggi nell’università cinese e recentemente studenti della Fudan hanno trascorso periodi di formazione in Sissa. Scopo dell’accordo Sissa–Fudan, e di quello che sarà formalizzato oggi pomeriggio con la University of Science Technology of China di Hefei – nei prossimi giorni anche con l’Accademia Cinese delle Scienze di Pechino, l’Istitute of Theoretical Physics, l’Institute of Physics, la Capital Normal University, la Renmin University, la Peking University e la Tsinghua University – è quello di avviare corsi di PhD e formazione post-dottorale sotto la supervisione congiunta dei due atenei. Il ministero dell’Università e della Ricerca italiano e il ministero dell’Istruzione della Repubblica Popolare Cinese hanno infatti siglato un accordo per cooperare nella formazione dottorale e post-dottorale, individuando nella Sissa l’università italiana di riferimento per il progetto formativo congiunto.