Italia: alert, il deficit peggiora nel secondo trimestre

29 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Nel secondo trimestre 2011 IL il rapporto deficit/pil e’ salito al 3,2% rispetto al 2,5% dello stesso periodo dell’anno scorso secondo i dati diffusi dall’Istat. In lieve miglioramento il saldo del primo semestre con un deficit al 5,3% rispetto al 5,4% dello stesso periodo dell’anno scorso.

Nel secondo trimestre il saldo primario (indebitamento al netto degli interessi passivi) e’ risultato positivo e pari a 8.236 milioni di euro con una incidenza sul Pil del 2,1%, mentre il saldo corrente (risparmio) e’ stato pari a -1.373 milioni di euro (-854 milioni di euro nel corrispondente trimestre dell’anno precedente), con un’incidenza negativa sul Pil dello 0,3%.

Sempre nel secondo trimestre 2011, le uscite totali sono aumentate, in termini tendenziali, dell’1,6%, con un’incidenza rispetto al Pil del 48,1%. Le uscite correnti sono aumentate dell’1,6%, mentre quelle in conto capitale sono cresciute del 2,8%.

Complessivamente, nei primi sei mesi del 2011 le uscite totali risultano pari al 48,2% del Pil (48,4% nel corrispondente periodo del 2010). Le entrate totali nel secondo trimestre del 2011 sono cresciute, in termini tendenziali dello 0,1%.

In tale periodo il rapporto tra le entrate totali e il Pil e’ stato pari al 44,9% (45,7% nel corrispondente trimestre del 2010). Nei primi sei mesi del 2011, le entrate totali sono aumentate dell’1,9% in termini tendenziali, con un’incidenza sul Pil del 42,8% (43,0% nel corrispondente periodo del 2010).