ISTAT: retribuzioni agosto invariate su mese, in aumento su anno

28 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’indice delle retribuzioni contrattuali orarie è rimasto invariato rispetto al mese precedente ed è aumentato dello 2,2 per cento rispetto ad agosto 2009; la crescita registrata nel periodo gennaio-agosto 2010, rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente, è del 2,3 per cento. La non variazione mensile, spiega l’ISTAT in una nota, è stata causata dal numero molto basso di adeguamenti contrattuali. Si registra, infatti, solo l’applicazione degli aumenti relativi al rinnovo del secondo biennio per i dipendenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel mese di agosto, a fronte di una variazione tendenziale media delle retribuzioni orarie contrattuali di più 2,2 per cento, i settori che presentano gli incrementi più elevati sono alimentari, bevande e tabacco (5,2 per cento), telecomunicazioni (4,5 per cento) e commercio (3,9 per cento). Gli incrementi minori si osservano, invece, per trasporti, servizi postali e attività connesse (0,3 per cento), forze dell’ordine (0,5 per cento), pubblici esercizi e alberghi, ministeri, scuola, militari-difesa, attività dei vigili del fuoco (in tutti i casi l’aumento è stato dello 0,6 per cento).