Istat, inflazione confermata all’1,5%

14 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nel mese di aprile 2010 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività comprensivo dei tabacchi è stato pari a 139,5, registrando una variazione di più 0,4 per cento rispetto al mese di marzo e di più 1,5 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Lo comunica l’Istat sottolineando che al netto dei tabacchi l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, pari a 138,8, ha presentato nel mese di aprile 2010 una variazione congiunturale di più 0,4 per cento e una variazione tendenziale pari a più 1,5 per cento. L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) nel mese di aprile è stato pari a 110,9 registrando una variazione di più 0,9 per cento sul piano congiunturale e una variazione di più 1,6 per cento in termini tendenziali. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, comprensivo dei tabacchi, nel mese di aprile 2010 è stato pari a 138,2 con una variazione di più 0,4 per cento rispetto a marzo e una variazione di più 1,6 per cento rispetto ad aprile 2009; le corrispondenti variazioni registrate dall’indice calcolato al netto dei tabacchi sono state, rispettivamente, più 0,4 e più 1,6 per cento, mentre il livello dell’indice è stato pari a 137,0.