ISTAT: aumenta il Pil 2°trim, rivisto al rilazo e sopra attese

10 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nel secondo trimestre del 2010 il prodotto interno lordo (PIL), espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2000, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,5 per cento rispetto al trimestre precedente e dell’1,3 per cento nei confronti del secondo trimestre del 2009. Lo comunica l’ISTAT. Il dato è migliore dette attese del mercato che attendevano un aumento dello 0,4% mensile e dll’1,1% tendenziale. La stima preliminare diffusa il 6 agosto scorso indicava un aumento congiunturale dello 0,4 per cento e un aumento tendenziale dell’1,1 per cento. Il secondo trimestre del 2010 ha avuto una giornata lavorativa in più sia rispetto al trimestre precedente sia rispetto al secondo trimestre 2009. La crescita acquisita per il 2010 è pari allo 0,9 per cento. +0,4% +1,1%. Nel secondo trimestre, il PIL è aumentato in termini congiunturali del 2,2 per cento in Germania, dell’1,2 per cento nel Regno Unito, dello 0,6 per cento in Francia, dello 0,4 per cento negli Stati Uniti e dello 0,1 per cento in Giappone. In termini tendenziali, si è registrato un aumento del 3,7 per cento in Germania, del 3,0 per cento negli Stati Uniti, dell’1,9 per cento in Giappone e dell’1,7 per cento in Francia e nel Regno Unito. Nel complesso, il PIL dei paesi dell’area Euro è cresciuto dell’1,0 per cento in termini congiunturali e dell’1,9 per cento in termini tendenziali.