ISTAT: a gennaio scende deficit saldo commerciale

18 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nel mese di gennaio 2010 le esportazioni aumentano dell’1 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, con andamenti sensibilmente diversi per area di destinazione delle merci, con variazioni pari a meno 1,4 verso i paesi Ue e a più 4,7 per cento verso quelli extra-Ue. Lo rileve l’ISTAT. Le importazioni subiscono, invece, una lieve flessione (meno 0,3 per cento), derivante da una crescita del 3,2 per cento dei flussi dai paesi Ue e da una riduzione del 3,7 per cento di quelli non comunitari. Le dinamiche congiunturali dei flussi, misurate dai dati destagionalizzati, evidenziano a gennaio 2010, rispetto a dicembre 2009, una flessione dell’1,6 per cento per le esportazioni (meno 2,5 per cento per i paesi Ue e meno 0,4 per cento per i paesi extra-Ue) ed un incremento dell’1,1 per cento per le importazioni (meno 1,9 per cento per i paesi Ue e più 5,3 per cento per quelli extra-Ue). Negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, al netto della stagionalità le esportazioni aumentano del 3,3 per cento e le importazioni del 3,2 per cento, con andamenti positivi per entrambi i flussi e le aree di origine/destinazione. Complessivamente, nel gennaio 2010 il saldo commerciale risulta negativo per 3.360 milioni di euro, in lieve miglioramento rispetto al deficit di 3.608 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente. Nel confronto con novembre, a dicembre 2009 si registra, in termini destagionalizzati, un incremento del 3,3 per cento delle esportazioni e del 3 per cento delle importazioni. Negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, i dati destagionalizzati mostrano una crescita dello 0,3 per cento per i flussi in uscita e del 3 per cento per quelli in entrata. Complessivamente, nel 2009 rispetto al 2008, le esportazioni sono diminuite del 22,5 per cento e le importazioni del 17,8 per cento. Nello stesso periodo il saldo è stato negativo per 1.791 milioni di euro, in forte peggioramento rispetto all’attivo di 9.942 milioni di euro registrato nel 2008. Considerando l’interscambio complessivo del mese di dicembre 2009, le esportazioni sono diminuite, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, dell’1,9 per cento e le importazioni del 3 per cento. Il saldo commerciale è risultato negativo per 123 milioni di euro, inferiore a quello, pari a 415 milioni di euro, dello stesso mese del 2008. Nel mese di gennaio 2010 la dinamica tendenziale delle esportazioni è negativa verso l’area Ue (meno 1,4 per cento; meno 1,5 verso i paesi dell’Uem), mentre risulta positiva verso quella extra-Ue (più 4,7 per cento).