ISM NON MANIFATTURIERO IN CALO A QUOTA 48.7

3 Dicembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di novembre l’indice ISM dei servizi si e’ attestato a quota 48.7 punti, in calo rispetto al mese precedente, in cui fece registrare un valore di 50.6. Si tratta della prima battuta d’arresto per il settore, che rappresenta circa il 90% dell’economia, dopo due mesi consecutivi di espansione. C’e’ aria di W, e cioe’ di un regresso dell’economia, con l’entrata nella seconda gamba della recessione.

Lo ha comunicato l’Institute for Supply Management. Il dato si e’ rivelato inferiore alle attese degli economisti che si aspettavano un rialzo a 51.5 punti.

Ricordiamo che una lettura superiore ai 50 punti indica un’espansione dell’attivita’, una lettura inferiore indica contrazione. In questo caso si tratta del secondo mese di fila di crescita dei servizi dopo 11 mesi di flessione.

Non fidarti di dati manipolati, per il tuo business leggi il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Andando ad analizzare le singole componenti, si nota che l’indice occupazionale e’ salito al 41.6% dal 41.1%, quello dei nuovi ordini e’ scivolato al 55.1% dal 55.6%, mentre l’indicatore della produzione ha fatto registrare un pesante calo al 49.6% dal 55.2%.