Irlanda: non toccate il trattato Ue in materia fiscale

16 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – L’Irlanda ha scritto alla presidenza dell’Unione Europea chiedendo a Bruxelles di lasciare cosi’ come i trattati Ue, dove viene specificato che i singoli stati membri possono continuare a operare le proprie politiche fiscali in maniera indipendente.

La corporate tax irlandese e’ considerata una delle chiavi del successo economico riscontrato negli ultimi anni.

Proprio oggi Dublino ha annunciato di aver registrato nel secondo trimestre la crescita maggiore del Pil negli ultimi tre anni. L’Irlanda non puo’ svalutare la propria valuta, quindi la deflazione sta aiutando Dublino a renderla piu’ competitiva nelle attivita’ di export.

A dimostrazione della fiducia che il mercato nutre nei confronti del paese, i rendimenti sul decennale del Tesoro sono scesi al 4,6%, ovvero dove si trovavano all’inizio dell’anno. Un andamento contrastante rispetto a quello degli altri Piigs.