Iride ed Enia, la fusione soddisfa i sindaci

16 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il sindaco di Genova Marta Vincenzi, il sindaco di Torino Sergio Chiamparino ed il sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio esprimono soddisfazione per l’intesa relativa alla fusione tra Iride ed Enìa confermato oggi dai Cda delle due Società. Lo si legge in una nota congiunta. In qualità di azionisti di riferimento, i Comuni hanno sempre supportato l’operazione di fusione, consapevoli della necessità di creare una realtà con una massa critica significativa in grado di confrontarsi e competere con i grandi player nazionali ed europei. Risulta confermata la validità industriale del progetto, volta a creare il secondo operatore italiano nel settore delle utilities. Il nuovo soggetto sarà in grado di interpretare un ruolo primario nello scenario globale dell’energia e dei servizi idrico-ambientali, anche realizzando i cospicui investimenti che la crescita dimensionale permetterà di affrontare. Nasce una grande società che renderà migliori e più efficienti le prestazioni nell’interesse degli azionisti e dei Clienti, in grado, grazie all’assetto industriale adottato, di salvaguardare e valorizzare il know how e le eccellenze, nel rispetto delle peculiarità dei singoli territori. I tre Sindaci sono certi che la fusione fra Iride ed Enìa sarà di buon auspicio per future operazioni industriali.