IPO USA: E’ UN DESERTO, RECORD NEGATIVO

22 Settembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Deserto delle IPO negli Stati Uniti, con una serie negativa di settimane senza nuovi arrivi in borsa che non si vedeva da oltre cinque anni. Secondo un’analisi di ThomsonReuters, con quella appena chiusa si arriva a sei settimane di seguito che non hanno visto IPO, un blackout che ha precedenti solo nelle otto settimane di iato viste in Usa a partire dal 16 marzo del 2003.

La settimana scorsa, in realtà, una richiesta di collocamento è stata depositata presso la borsa – Emdeon, per collocare 460 milioni di dollari di titoli – ma vale solo a compensazione di un’operazione ritirata, quella della Consonus Technologies di cui sono scaduti i termini per il via alla IPO. Da inizio anno a venerdì 19 settembre complessivamente ci sono state sul mercato americano 29 IPO per un controvalore di 26,3 miliardi di dollari circa, un calo di quasi 22% rispetto a 140 IPO e 33,7 miliardi dello stesso periodo nel 2007.

Le turbolenze epocali di questi giorni fanno segnare un record in negativo ancora più significativo, peraltro nel mondo delle emissioni di corporate bond. I dati ThomsonReuters registrano infatti quella scorsa in Usa come la prima settimana assolutamente senza nuove attività nel segmento investment grade dall’ultima settimana del 1989. Se si guarda a settimane non coincidenti con periodi festivi, il record risale addirittura al 2 agosto 1981.