IPO: CINA, BAOSTEEL ENTRA NELLA STORIA

12 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Nel suo primo giorno di contrattazioni sui listini di Shanghai e Shenzhen, il colosso cinese dell’acciaio Baoshan Iron and Steel ha registrato un rialzo di oltre il 45% che la fa diventare la piu’ grande IPO nella storia della Repubblica Popolare Cinese e un fattore chiave per lo sviluppo del mercato di capitali nel Paese.

L’operazione ha permesso alla societa’, meglio conosciuta come Baosteel, di raccogliere $930 milioni attraverso la vendita di 1,8 miliardi di azioni di classe “A” a un prezzo di collocamento di 4,18 yuan, pari a 51 centesimi di dollaro. Oggi ha chiuso a $6,09 yuan.

“E’ un segnale positivo per le societa’ cinesi che hanno intenzione di quotarsi sul mercato locale – ha detto Phoebe Wong, analista di Nomura International in Hong Kong – Dal punto di vista di chi emette le azioni, il fatto che gli investitori stranieri abbiano mostrato forte interesse e’ molto soddisfacente”.

Solo un quarto delle azioni e’ stato introdotto sul mercato; il rimanente, detenuto attualmente da grandi investitori istituzionali e fondi comuni, non sara’ disponibile per le contrattazioni per altri sei mesi.

La societa’, che nel corso della seduta era riuscita a salire fino anche al 76%, aveva rimandato una IPO da $1 miliardo destinata al mercato azionario di New York e Hong Kong a causa della scarsa domanda prevista.