INVESTITORI VOLTANO LE SPALLE A RISPARMIO GEST.

14 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

In un mercato che precipita come quello di oggi il comparto del risparmio gestito è uno tra i più esposti.

Storicamente infatti anticipa e amplifica i movimenti degli investitori: è tra i primi a risalire con balzi anche significativi; è tra i primi a piombare giù se l’umore è scuro.

E oggi l’umore è in effetti molto scuro. Tutti i settori peraltro sono in ribasso, anche quello finanziario, che risente oltre a tutto del taglio operato da Lehman Brothers al target price del colosso della assicurazioni mondiale Munich Re.

In una situazione del genere, cresce la preoccupazione degli investitori, che evidentemente stanno iniziando a pensare in massa di tenersi cash o di indirizzarsi verso altre forme di investimento.

In particolare soffre oggi nel risparmio gestito il titolo Mediolanum, che ha toccato il minimo di €6,24.

Sulla sua performance pesa ancora il giudizio negativo di Morgan Stanley, di ieri.

Secondo MS i problemi maggiori potrebbero sorgere per il prodotto di punta di Mediolanum, la polizza Tax Benefit, che finora ha garantito che i margini reddituali della nuova produzione fossero molto elevati ma che ora potrebbe ridimensionarsi.

Ma se Mediolanum piange gli altri titoli non ridono, con Bipop Carire che lascia sul terreno quasi tre punti e mezzo percentuali, Fideuram oltre due punti e mezzo percentuali. Male anche Banca di Roma, ormai legata a filo doppio a Bipop Carire.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.