Investire sul futuro

24 Maggio 2019, di Redazione Wall Street Italia

L’articolo è tratto dal magazine Wall Street Italia di maggio e fa parte del lungo dossier dedicato a come investire la liquidità parcheggiata sui conti correnti dagli italiani

di Giancarlo Orsini

Undici anni fa nasceva il primo Smartphone. Sembra incredibile come nell’arco di una sola decade sia diventato praticamente indispensabile per la nostra vita di tutti i giorni. Ma la tecnologia non si è certo fermata, anzi, corre veloce e ci riempie di novità ogni giorno, ma quante di esse saranno altrettanto dirompenti da qui al 2030?
Tanto per cominciare gli Assistenti Vocali saranno una realtà consolidata: già adesso possiamo comandare gli elettrodomestici di casa con una semplice frase, ma questo è solo l’inizio.
L’intelligenza artificiale diventerà sempre più simile al comportamento e alla sensibilità umana, portando a interazioni prolungate e complesse: in Giappone è già stato inaugurato il primo hotel con solo personale robotico, in grado di accogliere il cliente senza barriere linguistiche o limitazioni orarie, ma nei prossimi anni i software più avanzati offriranno anche assistenza agli anziani, aiuti ai malati o ai portatori di handicap.


I Vestiti Smart
infatti potranno cambiare forma e colore per adattarsi alla nostra persona, mentre i tessuti saranno trattati con polimeri e microfibre per migliorare la nostra postura o sfruttare i benefici dell’infrarosso naturale emesso dal nostro corpo, come avviene nei capi in Fibra FIR, brevettati dalla NASA e già disponibili in commercio.
Grazie alla Tecnologia Indossabile avremo un controllo sempre più preciso del nostro status di salute, potendo dare più importanza alla cura del nostro benessere, tra scelte alimentari con opzioni mirate e profili creati su misura per noi.

L’auto Elettrica è già una realtà del presente, in futuro avremo modelli con batterie più potenti e sistemi di guida automatizzati per prevenire gli incidenti con la massima precisione, mentre il trasporto delle merci potrà essere ottimizzato con treni pressurizzati grazie alla tecnologia Hyperloop, capace di raggiungere i 1230km/h senza l’attrito dell’aria, risparmiando tonnellate di emissioni di CO2 nell’atmosfera e riducendo di molto la durata del trasporto delle merci.


Le Case Autosufficienti
porteranno benefici sia economici che ambientali: consentendo di ridurre gli sprechi energetici, senza per questo rinunciare al comfort o danneggiare l’ambiente.
L’energia pulita, infatti, unita alla sostituzione della plastica usa e getta con Bioplastiche Naturali, renderanno l’aria delle città sempre meno inquinata, i mari più puliti e cibi più sani.
Intanto la Robotica si integrerà nel mondo del lavoro, non per sostituire l’uomo, ma per potenziarne i compiti e renderne più facili le mansioni: esistono già i primi prototipi di Esoscheletri per aiutare gli operai a sollevare carichi pesanti e ridurre gli infortuni sul lavoro, permettendo quindi la realizzazione di opere di edilizia e strutture sempre più imponenti.


Nelle nostre città si ergeranno grattacieli
vertiginosi, capaci di autoalimentarsi con i pannelli solari e di sfruttare l’energia eolica dalla cima, o con progetti di Riforestazione Metropolitana come già sperimentato con successo a Milano nel Bosco Verticale. Saremo assistiti da Computer quantici in grado di calcolare algoritmi sempre più complessi con cui realizzare Telescopi astronomici capaci di mettere a fuoco galassie di stelle attualmente sconosciute. Viaggeremo nello spazio, colonizzeremo prima la Luna e ci avvicineremo sempre più a Marte, che, presto, una volta terraformato, diventerà la nostra seconda casa.

* Giancarlo Orsini esperto di innovazione e macro trend tecnologici, formatore e coach d’impresa, sua la frase : l’ovvio di oggi è sempre stato l’impossibile di ieri.

Leggi il sommario del magazine Wall Street Italia in edicola.