Mercati

Interscambi Italia -Brasile : in un anno più 37 %

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Rasenta il miliardo e mezzo di euro l’interscambio di merce tra Italia e Brasile. Oltre a essere una meta turistica tra le più amate dal popolo italico, il Paese sudamericano sembra dunque anche essere un ottimo partner commerciale. Tra l’Italia e il Brasile, come risulta da una ricerca della Camera di Commercio di Milano, l’import-export cresce del 36,9 per cento l’anno scorso. In particolare l’import raggiunge quasi i 950 milioni di euro, crescendo in un anno del 44,8 per cento. Lo stesso trend positivo si registra nell’export con un incremento del 24,2 per cento. L’Italia esporta soprattutto macchinari e materiali di trasporto, mentre importa dal Brasile \”le materie prime non commestibili, escluso i carburanti, seguono i prodotti classificati secondo la materia prima\”. Al primo posto tra le regioni esportatrici c’è la Lombardia con il 22 per cento sul totale nazionale, seguono Piemonte e Veneto. Per approfondirela conoscenza del mercato brasiliano, la Camera di commercio organizza un viaggio d’affari a fine settembre a cui potranno partecipare le aziende interessate al business con il Paese latino americano. L’export tra Italia e Brasile cresce tra il primo trimestre 2005 e il primo trimestre 2006 del 24,2 per cento, per un valore complessivo di oltre 500 milioni. Tra i prodotti più esportati i macchinari e il materale da trasporto, pari al 57,4 per cento del totale, che registrano una crescita annua del 21,7 per cento. Seguono i prodotti finiti classificati secondo la materia prima (14,7 per cento del totale) e i prodotti chimici (12,6 per cento), la cui variazione è pari rispettivamente al più 25,2 per cento e al più 24,9 per cento. La crescita maggiore (più 107,9 per cento) si registra nell’export di bevande e tabacchi, la cui incidenza sul totale è tuttavia pari allo 0,6 per cento, mentre per oli e grassi di origine animale e vegetale (pari allo 0,4 per cento del totale esportazioni), la variazione è di più 62,1 per cento. Cresce infine anche l’export di combustibili minerali e lubrificanti (più 41,3 per cento), che incidono per il 9,1 per cento sul totale. Per offrire alle aziende interessate la possibilità di \”approfondire la conoscenza del mercato brasiliano, e delle relative opportunita’ di business\”, Promos, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Mialno per le attività internazionali, annuncia un viaggio d’affari a San Paolo e a Florianopolis dal 23 al 29 settembre prossimi.
a. d. r.