Internet: in atto il più grande attacco di pirateria di sempre

27 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – E’ in atto il più grande attacco di pirateria informatica di tutti i tempi. Con queste parole, la Bbc descrive quello che sta succedendo in questi giorni sul Web. Dietro il rallentamento dei collegamenti Internet verificato in giro per il mondo, si nasconderebbe infatti un massiccio attacco DDoS, ovvero Distributed Denial of Service. In pratica, quando un attacco del genere viene messo in atto, quello che si crea è una sorta di traffico fittizio, che non consente, agli utenti realmente interessati, di accedere alla pagina.

Dietro gli attacchi, su cui sta indagando la polizia, ci sarebbero le ostilità tra l’organizzazione non profit Spamhaus e la società olandese di hosting Cyberbunker. Lo scopo di Spamhaus, che è stata tra le società più colpite dall’ultimo attacco, è quello di aiutare i provider a filtrare lo spam e altri contenuti indesiderati.

A quanto pare, l’escalation di attacchi è iniziata quando Spamhaus ha inserito nella sua black-list di server utilizzati per scopi non troppo limpidi anche quelli gestiti dal web host olandese Cyberbunker che sul suo sito sostiene di essere disponibile a ospitare qualsiasi contenuto tranne quelli “pedopornografici e di stampo terroristico”. Ma che secondo Spamhaus in realtà collabora con organizzazioni criminali russe e dell’Europa dell’est per agevolare gli attacchi.