INTEL: UTILI IN PERICOLO SECONDO GLI ANALISTI

7 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Occhi puntati oggi sul colosso americano Intel (INTC – Nasdaq), che questa sera dopo la chiusura delle contrattazioni a Wall Street terra’ una conferenza di meta’ trimestre sullo stato di salute della societa’.

Alcuni analisti a Wall Street hanno gia’ espresso preoccupazioni su quello che il primo produttore di semiconduttori al mondo potrebbe riferire, in particolare riguardo agli utili previsti per fine trimestre.

Dopo i commenti negativi delle banche d’affari Goldman Sachs e Bear Stearns sul rallentamento del mercato dei personal computer – prima fonte di guadagno per Intel – Joe Osha di Merrill Lynch ha fatto sapere mercoledi’ che la societa’ potrebbe mancare gli obiettivi di bilancio per il secondo trimestre.

Osha, che appare preoccupato principalmente riguardo ai livelli troppo alti delle scorte di magazzino, ha consigliato agli investitori di pensarci due volte prima di acquistare il titolo.

Piu’ ottimisti gli analisti di Salomon Smith Barney che mantengono per il trimestre in corso una stima sugli utili di 13 centesimi per azione.

Il consensus (First Call/Thomson Financial) per il secondo trimestre e’ di un utile pari a 11 centesimi per azione.

Intel ha aperto questa mattina in rialzo di circa l’1%, portandosi a quota $30,2. A dare ossigeno al titolo sono principalmente le stime della Semiconductor Industry Association, secondo cui la vendita di semiconduttori registrera’ nella seconda meta’ dell’anno un netto miglioramento.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


CHIP: GOLDMAN E BEAR STEARNS NEGATIVE SU INTEL

CHIP: CHIP: MERRILL LYNCH HA DUBBI SU INTEL