INTEL: DEBOLEZZA ECONOMICA FRENA ESPANSIONE

18 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Craig Barrett, amministratore delegato di Intel Corp. (INTC – Nasdaq) ha detto questa mattina che la decelerazione del mercato dei personal computer ha convinto la societa’ a indietreggiare nei suoi piani di espansione e cancellare la costruzione di un impianto in Israele.

“Abbiamo deciso di abbandonare il nostro progetto a causa delle condizioni dell’economia – ha commentato Barrett a Gerusalemme – Il rallentamento ha colpito tutto il mercato cancellando per la societa’ le strategie di espansione, anche se stiamo ancora valutando altre opzioni”.

Intel, il primo produttore al mondo di semiconduttori, aveva annunciato all’inizio dell’anno la prossima costruzione di un impianto di produzione da $3,5 miliardi in Israele, mentre il governo di Tel Aviv si era detto disposto a finanziare in parte il progetto.