Inflazione: Confagricoltura, da inizio 2010 prezzi alimentari fermi

30 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “I prezzi degli alimentari, praticamente fermi da inizio 2010, solo ora hanno avuto un lieve aumento (+0,3% a settembre rispetto ad agosto)”. Lo rileva Confagricoltura analizzando l’andamento dell’indice provvisorio dei prezzi al consumo di agosto, diffuso oggi dall’Istat. Confagricoltura pone in evidenza come l’andamento dei prezzi medi complessivi per la prima volta da inizio anno è di segno meno (-0,2%); ciò soprattutto per la diminuzione, rispetto al mese precedente, di quelli di trasporti e comunicazioni che hanno registrato rispettivamente -1,7% e -1,3%). Però c’è da dire che se l’indice generale a settembre 2010 su settembre 2009 è cresciuto dell’1,6%, quello degli alimentari, nello stesso periodo, è aumentato solo dello 0,4%. “Questo significa – sottolinea Confagricoltura – che l’agricoltura contribuisce sempre più a frenare l’inflazione contenendo i prezzi dei generi alimentari, un fenomeno possibile perché i listini agricoli sono in continua flessione da gennaio ad oggi (con la sola eccezione del mese di giugno in cui l’indice Ismea ha registrato una variazione congiunturale positiva del +8,6% subito però smorzata dal -4,8% di luglio e dal -1,4% di agosto. Insomma gli agricoltori restano ancora in attesa di un recupero dei prezzi all’origine (come si è iniziato a registrare nel settore dei cereali), per compensare l’andamento dei costi di produzione così da ripristinare la redditività del settore”. Infine Confagricoltura mette in guardia: “In questo quadro qualsiasi corsa in avanti dei prezzi al consumo dei prodotti alimentari non ha ragione di essere”.