Mercati

Industria russa dell’auto: via a motor show 2006

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Inaugurata presso il Crocus Expo, la decima edizione del Moscow International Motor Show, la più importante rassegna russa dedicata all’industria dell’auto, della componentistica, degli accessori e delle attrezzature per officine e garage. La manifestazione è aperta agli operatori del settore sino al 3 settembre 2006 e ospita, su una superficie di oltre 86mila metri quadrati, oltre novecento espositori, di cui seicentocinquanta russi e duecentocinquanta provenienti da oltre trenta Paesi. Oltre all’Italia, altre partecipazioni ufficiali nazionali sono quelle di Germania, Cina, Repubblica Ceca, Finlandia, Ungheria, India, Corea, Polonia, Spagna e Taiwan. Il mercato russo dell’auto è tra i più dinamici al mondo e secondo gli esperti del settore sarà uno dei mercati che faranno registrare i tassi di crescita più alti nei prossimi decenni. Entro il 2008 dovrebbe raggiungere infatti i due milioni di vetture, per un valore di circa 24-25 milioni di dollari; ciò si traduce in una crescita media annua del settore di oltre il 65 per cento. Il boom del settore automobilistico in Russia ha impresso una svolta anche al mercato della componentistica e delle parti di ricambio, in particolare di importazione, a seguito della difficoltà che incontra la produzione russa nel soddisfare la crescente domanda di mercato, sia sotto il profilo quantitativo che qualitativo. La collettiva italiana, organizzata su un’area di 665 metri quadri, ospita quarantotto aziende tra cui la Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura di Torino e il Centro estero delle Camere di commercio piemontesi e Api Torino, che hanno coordinato ventuno aziende e presentato il progetto triennale “From Concept to Car” che promuove all’estero l’automotive piemontese, dall’ideazione sino alla realizzazione di un veicolo. Altre tre aziende sono state coordinate dal Cemb (Consorzio export Monza e Brianza). Inoltre, nell’ambito del padiglione italiano, è allestito un ufficio Ice con compiti di informazione e assistenza sia agli operatori italiani che ai visitatori.