Indice costruttori di case ai minimi di 17 mesi

16 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

L’Housing Market Index (HMI) della NAHB – che registra le vendite di case monofamiliari e le attese di future nuove edificazioni – e’ sceso a 13 punti dai 14 del mese precedente. Le attese erano per un risultato invariato. E’ il dato piu’ basso dal marzo 2009 e il terzo consecutivo in ribasso.

Lo rivela il sondaggio pubblicato mensilmente dall National Association of Home Builders (NAHB). I dati provengono da un’indagine effettuata presso circa 900 costruttori edili. Un dato superiore a 50 indica che le prospettive dei costruttori nei confronti del mercato immobiliare statunitense sono positive.
Dati superiori al previsto devono essere interpretati come positivi/rialzisti per il dollaro USA (USD), mentre valori inferiori alle attese sono da interpretarsi in senso negativo/ribassista per il dollaro USA.

I costruttori di case americani sono sempre piu’ pessimisti circa il loro business immobiliare, dopo che le vendite di case si sono congelate pagando ancora una volta il prezzo della scadenza delle iniziative di sussidio governativo.