Inan Studio. Il richiamo della notte

2 Dicembre 2020, di Redazione Wall Street Italia

A cura di Francesca Gastaldi

Si ispira alla vita notturna e alla musica underground la prima linea firmata Inan Studio, brand di accessori nato dalla collaborazione di due giovani anime creative. Il nome è infatti l’unione delle iniziali della stylist italiana Ilaria Norsa con le prime due lettere di anGostura, il brand di gioielli made in Italy di Giulia Tavani apprezzato da celebrities come Beyoncé e Miley Cyrus.

Ilaria Norsa e Giulia Tavani. Courtesy: Simone Cossettini

Borchie, catene, fibbie in ottone e tasche removibili che si trasformano in mini bag caratterizzano le cinture rigorosamente fatte a mano in Italia. Queste creazioni, realizzate in pelle pregiata, hanno anche un animo green: alcune cinture sono create con materiali vegani, come la pelle ricavata dalle bucce di mela. “La nostra produzione utilizza procedimenti all’insegna della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente”, spiega Ilaria Norsa.
“In futuro contiamo di utilizzare sempre di più materiali riciclati. Anche nel trattamento delle pelli abbiamo optato, dove possibile, per tinture vegetali”. A completare ogni accessorio è il logo con pietra incastonata e simbolo della luna.

La collezione di Inan Studio si compone di otto modelli, declinabili in 20 varianti, tra cinture, corpetti, body belt e proposte made-to-order disponibili su www.inanstudio.com. Tra i must-have ci sono la multi-belt composta da tre cinture avvolgenti con dettagli in metallo argentato e dorato; la bag-belt, un marsupio con occhielli in argento, doppia fibbia e pochette con inserti in pelle di serpente rosso e la corset-belt, un corsetto con cintura in pelle di serpente e fibbia in ottone.

L’articolo integrale è stato pubblicato sul numero di novembre del magazine Wall Street Italia