In palio €300.000 al miglior piano di uscita di un Piigs dall’euro

17 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Volete vincere €300.000? Non dovete far altro che rispondere a una domanda: “Se gli Stati membri lasciassero l’Unione Economica e Monetaria, quale sarebbe il modo migliore per gestire il processo economico in modo da fornire i fondamenti più solidi per la crescita e la prosperità future degli attuali membri?”

Autore della proposta Simon Wolfson, conservatore e Amministratore delegato della catena inglese d’abbigliamento Next, che ha indetto il concorso “Wolfson Economics Prize”.

Partecipare è semplice. Basta mandare la propria strategia su come gestire in maniera ordinata l’uscita di uno o più membri dall’Unione monetaria europea. L’iniziativa è rivolta a studiosi ed esperti, ma tutti posso partecipare.

“Ormai c’è una possibilità reale che la pressione economica o politica obblighi un paese membro ad abbandonare l’euro. Ma se il processo non sarà gestito nel migliore dei modi potrebbe mettere a rischio i risparmi europei, l’occupazione e la stabilità del sistema bancario internazionale”, ha detto Wolfson.

Sebbene il trattato di Maastricht del 1992 specifichi chiaramente le condizioni che i paesi devono soddisfare per entrare nell’euro, non vengono indicate le modalità di uscita dalla moneta unica. Dunque nessuna formula specifica sull’eventualità che i paesi vogliano ripristinare le loro vecchie monete.