IN CINA I RICCHI FANNO TROPPI FIGLI

8 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Pechino, 8 mag – Il programma di controllo delle nascite in Cina potrebbe non essere più efficace; il Paese potrebbe trovarsi presto a crescere ancora raggiungendo livelli demografici insostenibili. Lo ha detto Zhang Weiqing, direttore della Commissione per la popolazione nazionale e la pianificazione familiare. I problemi sono fondamentalmente due. Uno, a livello rurale: nelle campagne molte persone si sposano sotto l’età consentita dal programma di 22 anni per l’uomo e 20 anni per la donna, aumentando il numero di anni in cui si possono generare figli. L’altro, a livello urbano: nelle grandi città, i nuovi ricchi fanno tutti i figli che desiderano a dispetto delle leggi, potendosi permettere di pagare le ingenti multe che lo Stato impone a chi non rispetta la rigida politica di pianificazione familiare. Questo programma, introdotto più di 25 anni fa per limitare la crescita di una popolazione che oggi conta 1,3 miliardi di persone, impone alla maggior parte dei residenti urbani di avere un solo figlio. “Il numero di ricchi e di celebrità che hanno più di un figlio è in rapida crescita, quasi il 10% ha tre figli”, ha detto Zhang Weiqing in base ai dati di un recente studio della commissione.