In Austria non passa l’approvazione del fondo salva stati

14 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Bruxelles – La Commissione finanze del parlamento austriaco non e’ riuscita ad approvare la riforma del fondo-salva stati europeo (Esfs) per motivi procedurali. Il ministro delle finanze austriaco ha spiegato che, dopo la decisione della Commissione, la Camera Bassa del parlamento europeo non puo’ votare, al momento, il provvedimento.

La riforma dell’Esfs, decisa nel vertice europeo dello scorso 21 luglio, prevede l’aumento della capacita’ creditizia del Fondo a 440 miliardi e la possibilita’ di comprare titoli di stato dei paesi dell’Eurozona sollevando da questo compito la Bce.