In Arabia Saudita l’Ipo più grande da quella di Alibaba

3 Novembre 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – E’ la più grande operazione di Ipo dallo sbarco in borsa di Alibaba. E’ il collocamento di National Commercial Bank (NCB), principale istituto di credito dell’Arabia Saudita, che ha assistito a un interesse degli investitori a dir poco rilevante, come dimostrano le sottoscrizioni concluse alla fine della giornata di domenica.

Il collocamento di 500 milioni di azioni – equivalente a un quarto del capitale della banca – è il maggiore nella storia della regione, e dovrebbe generare $6 miliardi: un numero che, come scrive il sito Cnbc, supera il precedente record segnato dal mondo della finanza araba, pari a $4,96 miliardi, quando l’operatore DP World, attivo nella gestione dei porti, sbarcò in borsa nel 2007.

Gli analisti hanno riferito che, a un prezzo di 45 rial sauditi ($12), il titolo risulta a sconto, soprattutto rispetto alla media del settore. Il rapporto prezzo-libro contabile per il comparto è stato pari a 2,2 volte nel 2013, rispetto alle 2 volte di NCB.

Agli investitori esteri non è stato permesso di partecipare all’Ipo. Potranno comunque accedere al titolo, quando sarà scambiato in borsa, attraverso accordi di swap.

Le autorità hanno segnalato la loro intenzione di aprire gradualmente i mercati agli investitori internazionali nel primo semestre del 2015.