IMPROVVISO CROLLO DELL’ARGENTO
AL NYMEX

20 Aprile 2006, di Redazione Wall Street Italia

I prezzi di tutti i metalli preziosi hanno subito forti ribassi, guidati dall’argento, in caduta libera e in calo -13%, il peggior crollo degli ultimi 13 anni, cioe’ dal 1983. Si e’ trattato di un improvviso profit-taking di tutte le categorie legate allo stesso gruppo, dopo settimane e settimane di rialzi ininterrotti. Non e’ ancora chiaro a New York se alcuni grossi hedge fund abbiano deciso di smobilizzare e uscire dal settore commodities. Anche il petrolio oggi e’ in netto ribasso, a meta’ seduta sul mercato di New York (Leggi anche: «COMMODITY: NIENTE BOLLA, MA GREGGIO FUORI CONTROLLO»

Il primo a cedere e’ stato l’argento (XAG), e tutti gli altri metalli sono seguiti, con l’oro
(XAU) quotato $620 all’oncia, in forte discesa rispetto al top degli ultimi 25 anni stabilito proprio nella seduta odierna a quota $645.75.

La borsa merci di New York, il Nymex (New York Mercantile Exchange) ha sospeso le contrattazioni per eccesso di ribasso. Sono scattati i meccanismi studiati per frenare il calo, con la limitazione degli ordini di vendita automatici via computer.

In INSIDER (Target News) tutte le informazioni, i retroscena e le nuove regole varate oggi dal Nymex per fronteggiare la fluttuazione dei prezzi, clicca sul
link INSIDER

Ed ecco gli ultimi prezzi disponibili al momento della pubblicazione di questo articolo:

oro $621 (-15)
argento $ 12.680 (-1.842)
greggio $ 71.25 (-0.92)