Imprese, Camera Commercio Trieste sonda il mercato australiano

21 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si sta svolgendo in questi giorni in Australia una missione organizzata dalla Camera di Commercio di Trieste, guidata dal Presidente Antonio Paoletti. L’azione di scouting, supportata dalle Camere di Melbourne e Sydney, ha una duplice finalità: saggiare il mercato locale in relazione al potenziale del sistema produttivo friulano, triestino in particolare, e fare marketing territoriale per attrarre investimenti nella regione, soprattutto nei settori energetico, delle nanotecnologie e biomedicale. “Questa iniziativa di carattere istituzionale vuole essere propedeutica all’organizzazione di una doppia missione commerciale per l’anno prossimo” afferma Paoletti. “La nostra Camera di Commercio per prassi preferisce dare continuità triennale allo sviluppo di progetti con un determinato paese estero. Con l’Australia, e con Melbourne in particolare, abbiamo già avviato collaborazioni significative, soprattutto in ambito tecnologico e scientifico; è il caso, ad esempio, del sincrotrone, l’acceleratore per lo studio della fisica delle particelle elementari”. Dopo la tappa di Sydney dei giorni scorsi, l’agenda di lavoro prevede ora altri importanti incontri istituzionali a Melbourne e a Brisbane; fra questi spicca quello con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti dello Stato del Victoria, Tim Pallas. “Ci piacerebbe coinvolgerlo nello sviluppo del waterfront di Trieste” conclude Paoletti. “Si tratta di un’area di 700.000 metri quadrati, la cui pianificazione necessita di un importante apporto finanziario”.